Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2016

LUCE DI DICEMBRE

La luce, questo pomeriggio, aveva qualcosa di speciale. È la luce dei giorni brevi. Somiglia a noi esseri umani

LEONARD COHEN

"I cannot understand why my arm is not a lilac tree." Leonard Cohen, Beautiful Losers


IL SOGNO

Nonostante la brutta giornata di ieri, o forse proprio per colpa della tristezza profonda e delle sconforto che ieri mi ha sommerso come un nero Tsunami, stanotte ho fatto uno dei sogni più belli della mia vita: ero a casa dei miei genitori, seduta davanti alla porta di casa come faccio in estate, quando un piccolo fenicottero rosa è apparso e si è posato sulla mia spalla.

PENSIERI DI OTTOBRE

C'è ancora qualcuno che s'inchina davanti a una rosa


Uva fragola
Era più dolce quando
la rubavamo



E forse un giorno
il dolore esploderà
come una stella


LUCE D'AUTUNNO

Sono venuta ad aspettare in una chiesa
la sola casa aperta
a parte un bar - e non ho fame
ho voglia di silenzio
fuori c'è il rumore
di macchine che scorrono -
chissà dove - se chiudo gli occhi
forse si sente il mare la luce entra
s'irraggia da finestre ogivali
cambia contorno ai pensieri
il viso dei santi ora rischiara.
***

Mi ferisce e non se ne accorge
la luce 
mi taglia la voce.

***


Ti volevo bene. Ma era il bene di una volta. 
Quello che in silenzio porta dal buio alla luce.

***
E quel sogno che ha brillato
un istante nella mia notte
è forse un antico fuoco che si riaccende 
la tua voce mai svanita torna 
come un'eco nelle grotte.

***

Diranno di me che non sono che un'ombra
e mi scioglierò al buio
come una goccia di notte
e quando la stella sorgerà
sarò una stilla di latte

***


Creature del Sottobosco urbano Era una vita che non andavo
ad aprire la porta
in un giorno feriale 
in un condominio deserto
bussano piano
chiedo -chi è?
dallo spioncino
vedo quell'uomo piccino
che serio risponde:
s…

L'ELOGIO DELLA POVERTA' DI GOFFREDO PARISE

«Questa volta non risponderò ad personam, parlerò a tutti, in particolare però a quei lettori che mi hanno aspramente rimproverato due mie frasi: «I poveri hanno sempre ragione», scritta alcuni mesi fa, e quest’altra: «il rimedio è la povertà. Tornare indietro? Sì, tornare indietro», scritta nel mio ultimo articolo.

Per la prima volta hanno scritto che sono “un comunista”, per la seconda alcuni lettori di sinistra mi accusano di fare il gioco dei ricchi e se la prendono con me per il mio odio per i consumi. Dicono che anche le classi meno abbienti hanno il diritto di “consumare”.

Lettori, chiamiamoli così, di destra, usano la seguente logica: senza consumi non c’è produzione, senza produzione disoccupazione e disastro economico. Da una parte e dall’altra, per ragioni demagogiche o pseudo-economiche, tutti sono d’accordo nel dire che il consumo è benessere, e io rispondo loro con il titolo di questo articolo.

Il nostro paese si è abituato a credere di essere (non ad essere) troppo ricco. …

SUCCEDE NEI PAESI...

SUCCEDE NEI PAESI di Giovanna Iorio  DIARIO DI UN BREVE RITORNO   http://www.erodoto108.com/succede-nei-paesi/ 

 Video di Alan Bates

DR SCHOLL

Quelli del bar di Sa' Cogone 
- vi ricordate raga' i dr. Scholl? - come no, silenziosi come un cavallo  col pepe al culo... - ma poi chi è dr. Scholl, sai quanti soldi che si è fatto 'sto dr. Scholl - secondo me non esiste... - ... non esiste? Io me lo immagino con una moglie con la faccia da zoccola... - ... questa la mettiamo su Facebook raga' -  io una volta li usai per accendere un falò e non si bruciarono... Tutto si bruciò, pure un portone, ma i Dr. School stavano là, intatti... - cazzo di Dr. Scholl... - secondo me è il marito della Merkel... - chi se li compra più ora, qualche vecchio nostalgico...
.... ..... ......
- ehm, buongiorno. Non fanno più tanto rumore.

BIBLIOTERAPIA | Consigli di lettura

Quest'anno ho tenuto una serie di incontri di Libroterapia da gennaio a giugno alla biblioteca Nicolini di Roma. Una bellissima esperienza, con lettori appassionati con i quali ho condiviso le mie letture. Ecco ora, dopo l'attestato di lettore contagioso, la parola a Federica Tarquini che ci suggerisce un romanzo che ha come protagonista un... biblioterapista. Sul  blog spazio alle recensioni.
Grazie Federica! 


LA  LETTRICE SCOMPARSA

“La lettrice scomparsa” di Fabio Stassi, Sellerio Editore, è un giallo da non perdere per gli amanti del genere, ma anche per coloro che non possono fare a meno dei libri, e credono nel loro potere terapeutico. Il protagonista vive tormenti esistenziali,problemi economici, ed è afflitto dalla difficoltà ditrovare la propria strada;difficile, dunque, non immedesimarsi con lui, insegnante di lettere che, in realtà, una strada ce l’aveva, costruita negli anni con uno studio appassionato e costante, suggellato dalle specializzazioni.Dopovent’anni d’inseg…

ADDIO AL POETA DEL TEVERE

Se la linea
della tua vita
nella mano
ti pare breve,
allungala con la matita
e chissà? che l’innesto
non riesca.

Poesie di avviamento, da Aria di rigore

HAIKU A MEZZANOTTE

la luna bianca
l'occhio gigante guarda
non batte ciglio

L'ABBRACCIO

Non mi ricordo più 
Il tuo abbraccio
Forse era troppo grande
E io minuscola

ANTEPRIMA | HAIKU DELL'INQUIETUDINE

Ecco, in anteprima, la copertina della mia raccolta di haiku di prossima pubblicazione con Fusibilia.
Potete prenotarla qui.

EVENTI | SOLSTIZIO D'ESTATE CON LE COPERTINE... EINAUDI

INAUGURAZIONE TESTO A FRONTE 2

L'OMBRA SOPRAGGIUNTA

La città, meraviglioso mare, s'inabissano piccoli vani vascelli.

*

L'anima che rotola via
come una biglia di vetro.
Quando i dieci girasoli si chineranno
per la quotidiana preghiera
ci sarà un tremito
simile a una parola
nell'ombra sopraggiunta.
Ho scelto il servo del sole
per il tuo silenzio.

*

Poesia per te
che hai fermato il treno
della metro
vorrei averti incontrato ieri
vorrei averti trovato in un prato
vorrei averti aiutato a vedere più chiaro
con quegli occhi troppo neri
ma questa città è grande
e tu non sei mai arrivato.
Anche io - di tanto in tanto - mi fermo
ad ascoltare la fine.
Un treno che stride sulle rotaie.

*

La pioggia cade
non sa fare altro
solo il vapore sa rialzarsi.


*

Oggi da un canale rotto
è venuto giù il cielo - tutto!
e io sotto
come un secchio bucato
che non si sa riempire.


*

Vergognati la faccia- diceva
mia nonna quando accadeva
qualcosa di disumano: un assassinio
un uomo senza cuore
e io non capivo perché
nascondeva la sua faccia tra le mani
se…

A FRAMMENTI DI UN PROFILO IL PREMIO CIVETTA DI MINERVA

fonte: Irpinia Post

A Giovanna Iorio con “Frammenti di un profilo” (Pellicano Editore) il premio “Civetta di Minerva – Antonio Guerriero”.  Si è conclusa con successo la terza edizione del concorso promosso dall’Associazione “Spazio Incontro” con il patrocinio di Provincia di Avellino, Comune di Summonte, ed Ept di Avellino.



A decretare il vincitore è stata la Giuria Popolare, composta da 20 persone di diversa età e formazione che, dopo il lavoro della Giuria Tecnica, che aveva selezionato le tre opere finalista tra le 47 opere, ha deciso di assegnare il primo premio, una scultura del maestro Giovanni Di Nenna, a Giovanna Iorio. Il premio è stato consegnato dal Presidente dell’Associazione Spazio Incontro Ornella Adiglietti.


16 MAGGIO 1973

Il 16 maggio 1973


Una delle tante date
Che non mi dicono più nulla.
Dove sono andata quel giorno,
che cosa ho fatto - non lo so.
Se lì vicino fosse stato commesso un delitto
- non avrei un alibi.
Il sole sfolgorò e si spense
Senza che ci facessi caso.
La terra ruotò
E non ne presi nota.
Mi sarebbe più lieve pensare
Di essere morta per poco,
piuttosto che ammettere di non ricordare nulla
benché sia vissuta senza interruzioni.
Non ero un fantasma, dopotutto,
respiravo, mangiavo,
si sentiva
il rumore dei miei passi,
e le impronte delle mie dita
dovevano restare sulle maniglie.
Lo specchio rifletteva la mia immagine.
Indossavo qualcosa d'un qualche colore.
Certamente più d'uno mi vide,
Forse quel giorno
Trovai una cosa andata perduta.
Forse ne persi una trovata poi.
Ero colma di emozioni e impressioni.
Adesso tutto questo è come
Tanti puntini tra parentesi.
Dove mi ero rintanata,
dove mi ero cacciata -
niente male come scherzetto
perdermi di vista così.
Scuoto la mia memoria -
Fo…

LIBROTERAPIA E MAGGIODEILIBRI

IN ATTESA DEL 19 MAGGIO

ANTONIA POZZI | MAESTRA IN FOTOGRAFIA

Antonia Pozzi, “maestra” in fotografia: non tanto per un desiderio di apprenderne la tecnica, aridamente, quanto perché le cose, le persone, la natura hanno un loro sentimento nascosto che l’obiettivo deve cercare di cogliere, per dar loro quell’eternità che la realtà effimera del tempo non lascia neppure intravedere. Si vanno così componendo i suoi album, vere pagine di poesia in immagini.


Foto e testo da "Nelle immagini l’anima: antologia fotografica",
a cura di Ludovica Pellegatta e Onorina Dino, Ancora, Milano 2007

BIBBIA D'ASFALTO

BIBBIA D'ASFALTO
Quadrimestrale di letteratura e arte varia
Numero 7, 29 Aprile 2016

ISBN 978-88-98572-73-1
2,99 euro

Indice
Editoriale di Ivano Ferrari
In evidenza: Francesco Palmieri -intervista a cura di Paolo Aldrovandi; Massimo Valente - intervista a cura di Alessandra Piccoli; Come restare "In Equilibrio", i consigli dei 4sixtyfive - di Alberto “Il Cala” Calandriello.
Testi: Alberto “Il Cala” Calandriello, Alessandra Carnovale, Alessandro Zanini, Alessia D'Errigo, Amina Narimi, Andrea Settembrini, Anthony Valle, Antonio Ciavolino, Chiara Solmi, Daita Martinez, Donatella Pezzino, Elena Spampinato, Elisabetta Portaluppi, Emanuela Spampinato, Federica De Filippo, Flae Dissa, Francesca Rossetti, Frankie Fancello, Gianni Ruscio, Giovanna Iorio, Greta Cattardico, Izabella Teresa Kostka, Jonathan Varani, Laura Bertolini, Letizia Merello, Lucia Mimotti, Luciana Luzi, Lucianna Argentino, Marco G. Maggi, Marco Squarcia, Marisa Guagliardito, Paolo Battista, Pier Francesc…

DORMIVEGLIA

PREMIO CIVETTA MINERVA 2016

Da Irpinia Focus (7 maggio 2016)
Annunciati i finalisti della terza edizione del Premio Civetta di Minerva.

“Sono Galleria del vento” di Luigi Cannillo – La vita felice edizioni – Milano, 2014;
“Frammenti di un profilo” di Giovanna Iorio – Pellicano Editore – Roma, 2015;
"Vivo così” di Alberto Toni – Nomos Edizioni – Busto Arsizio, 2014
La giuria tecnica composta da Domenico Cipriano (presidente); Raffaele Barbieri; Cosimo Caputo e Francesco Filia e Stelvio Di Spigno, e Lucio Dello Russo (membro dell’associazione Spazio Incontro, segretario verbalizzante senza diritto di voto) ha comunicato la terna nel corso della conferenza stampa di questa mattina alla Casina del Principe di Avellino.
Queste 3 opere saranno valutate da una Giuria Popolare composta da 20 abitanti di Summonte e dintorni, per decretare il vincitore durante la cerimonia di premiazione del 19 maggio 2016, alle ore 18.00, presso il Centro Sociale Giovanni Paolo II della frazione Starze di Summonte.

La Giuria Tecnica, i…

COMING SOON| DORMIVEGLIA... I RACCONTI

WORRY IS A TOTAL WASTE OF TIME

un improvviso dialogo di due pietre mute 
è il fuoco

*


e quando per un istante la terra 
trema, nel cuore s'apre una crepa
il breve respiro delle creature mute
l'illusione che il cielo ci scorga
l'azzurro ci entra negli occhi

*

il basilico ignora il suo profumo
il mio gatto il giallo dei suoi occhi
l'acqua il fragile suono nei tubi la notte 
siamo i custodi di immense ricchezze

*

è un rampicante il tempo
sale dal buio del cuore 
fino al bianco degli occhi
oggi nel tuo sguardo trema
il verde di piccole foglie

*
Pochi sono i fiori nel mio giardino
un girasole chiuso come un pugno
un ciclamino cieco senza profumo
una rosa senza spine di quelle finte
che si mettono tra i capelli le ballerine
e poi c'è un limone
il mio antico testimone
vive con me da quando
sono nati i bambini
io ad allattare lui a fare limoni
quando ripartirò mi seguirà
nella valigia solo il giallo
dei nostri frutti.

*

A volte piove 
solo per i fiori che stanno per strada 
vicino alle croci
dura poco 
è la pioggia breve 
come un singhiozzo…

NOTTURNO CON FIORE DI LIMONE

Nunzio Ardiri Sinfonia di limoni, olio su tela



aspetto che canti l'usignolo e schiuda il fiore bianco del limone è una perla il suono nel buio di una conchiglia.

THE LOST HORSE

ETERNI RITORNI | IL PAESE NELLO SPECCHIO

Lo specchio è arrivato dopo la morte di mio padre. Esattamente un anno dopo. Io non so se vuol dire qualcosa. Eccomi qua a riflettere sullo specchio nuovo  - e per me inutile - che occupa quasi per intero la parete del corridoio a casa dei miei genitori. Quando a Pasqua sono andata a trovare mia madre l'ho visto e ho avuto paura. - E se cadesse? Ma  mia madre ha sorriso e ha detto: - E' fissato bene al muro. Forse non è difficile capire perché mia madre lo abbia comprato: in una casa vuota uno specchio è una compagnia. Può essere un sollievo vedere due occhi che ti seguono con tenerezza anche se sono i tuoi stessi occhi. Ma poi qualche sera fa ho fatto un brutto sogno: lo specchio era cresciuto  a dismisura, era diventato grande tanto da riflettere l'intero paese: la piazza, il Municipio, le case vuote.
Il silenzio era diventato insopportabile e io bussavo sullo specchio in cerca di occhi.
Katia Chausheva Photography Poids léger

AUTORI IRPINI | EMILIA BERSABEA CIRILLO

NOTE CRITICHE | PAOLO SAGGESE: OPERAI DI SOGNI

Giovanna Iorio la poetessa alla ricerca di “profumo di sogni” nota di Paolo Saggese 17/04/2014


A tutti i giardini pensili A tutte le rose nei fossi A tutte le ginestre nei dossi cercasi profumo di sogni Giovanna Iorio
A tutti quelli che si dannano l’anima per un sogno. Fate bene. Giovanna Iorio

Qualche anno fa ho definito i poeti irpini “operai di sogni”, perché questi autori, tutti o quasi, hanno coltivato utopie e passioni, che forse non si sono realizzate, ma che hanno coinvolto parte importante della loro esistenza e della loro scrittura (si veda Operai di sogni. Poeti irpini del ‘900, a cura di Paolo Saggese, Introduzione di Luigi Mainolfi, Elio Sellino editore, Avellino, 2007). Uno di questi “operai di sogni” è sicuramente Giovanna Iorio (Avellino, 1970), fortemente legata all’Irpinia, sebbene da moli anni viva a Roma. Traduttrice dall’inglese (per le edizioni “Via del Vento” ha curato e tradotto i volumetti: Eavan Boland, Falene; Medbh McGuckian, Scene da un bordello; per i tipi di Tra…