sabato 26 settembre 2015

MORAVIA, UNA VITA CONTROVOGLIA


Alberto Moravia muore a Roma il 26 settembre 1990. Lo ricordiamo con l'epigrafe che compare nel libro di Renzo Paris: Moravia, una vita controvoglia.

Alberto Moravia (Moravia non è uno pseudonimo è un secondo nome) è nato a Roma il 28 novembre 1907 altezza metri 1,80 capelli castani (ora bianchi) occhi verdi segno distintivo claudicante (ora con bastone) non ha titoli di studio parla inglese francese è tradotto in 37 lingue ha pubblicato 17 romanzi, 10 volumi di saggi di critica di articoli di viaggio; 12 volumi di racconti, 10 volumi di teatro. Il suo hobby viaggiare. I suoi motti preferiti sono: scrivo per sapere perché scrivo. Una vita ne vale un'altra. Non mi piacciono i miei libri mi piacciono i libri degli altri. È stato sposato tre volte: la prima con Elsa Morante in chiesa, la seconda in libera unione con Dacia Maraini; la terza in municipio con Carmen Llera.



"Se Alberto Pincherle non fosse mai esistito, credo che l'avrei inventato lo stesso, tanto cercavo un personaggio che fosse come lui, un "lucente eremita", che avesse vissuto tutta una vita controvoglia.".
R. Paris, Moravia una vita controvoglia, Oscar Mondadori

Nessun commento:

Posta un commento

LA MAPPA DELLE STORIE INVISIBILI: Roma, Fontana delle tartarughe

Stasera una storia invisibile è apparsa alla Fontana delle tartarughe... buon ascolto, se passate di là. E, a proposito, salutatemi Serafina...