Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2015

SIGNORNO' | CONOSCO UN POETA

LE NUOVE STORIE INVISIBILI SUL POETRY CALENDAR VI ASPETTANO

UNA FOTOGRAFIA

D’habitude j’illustre des textes … La j’écris sur une image, une image de Giovanna.

Escales aux tropiques d'un bateau éventré, peuvent parfois susciter des visions oniriques, des paroles couleur de briques, de figurations elliptiques, des comparaisons ensorcelées. Mais escales, au figuré, de magiciens lézardés, peuvent aussi envoûter les mandarins charismatiques des cours emmuraillées, car aux confins asiatiques de leur destin exalté, ils se sont embarqués sur un transatlantique qui finira bien par sombrer… Les haut-parleurs déjà annoncent la prochaine escale, la côte est encore minuscule, mais le voyage a pris un autre contour. Rendez-vous un jour, au détour d'une page, dans la mer très creuse, dans un courant violent. J'ai en effet réécrit les deux premiers chapitres, je n'étais pas conforme à ce que je suis, vous le recevrez en temps utile.
- L'homme au costume de lin blanc – Guidu Antonietti Di Cinarca

LE NUOVE STORIE INVISIBILI SU POETRYCALENDAR E RADIOLIBRIAMOCIWEB

ROMANI | IL NEO DI SAN VALENTINO

Illustrazione di Paola Luciani
IL "NEO" DI SAN VALENTINO
dalla Newsletter di Roma&Roma

La sete di conoscere, capire, scoprire: è un tratto distintivo di alcuni di noi, che se lo portano dietro come un bellissimo neo. Un "neo interrogativo", per nulla pericoloso, piuttosto da coltivare e accrescere, nell'attesa di trovare (prima o poi) qualcun altro in cui riconoscerlo.

Eccolo qui, sul volto della protagonista di questo bellissimo racconto di Giovanna Iorio, che noi lasciamo sugli schermi dei vostri pc, tablet, Iphone e simili, come una rosa rossa, per augurarvi buon San Valentino!




APPUNTAMENTI | CONCERTO POETICO CONTRO LA GUERRA

Il video, SignorNò

APPUNTAMENTI | LUCCIOLE E LANTERNE

LA CADUTA DEGLI ANGELI

La vecchia casa  Corridoi e stanze vuote Entra la pioggia
E nella nebbia Di ramo in ramo vola Un pettirosso
Una candela Si spegne con stupita Rassegnazione


Solo la morte sa  riconoscere una poesia il sangue nelle parole  della pelle l'estremo pallore.
*
l'odore delle pioggia  sale da ogni parola il cielo non sa cadere
*
la luce è cruda parla la lingua nuda
* di quello che non si vedrà due volte a volte brilla il sentiero la morte veste di vero
*
Noi portiamo negli occhi
L'antica ferita del sole.
La sera e l'infinito tramonto
c'è il precipitare del mondo
nel buio del più piccolo istante. È cieca la luce e ignara
non sa di mancare
Eppure ha l'ardire di
Precipitare nel nulla
in ogni parola l'ombra
di questo suo luminoso vagare.