LA CASA DELLA PAESOLOGIA


La casa della paesologia, Trevico 

Nasce in un piccolo paese dell'entroterra irpino la casa della paesologia. Si trova a Trevico, sul Tetto dell'Irpinia, a pochi metri dalla casa di Ettore Scola e dalla cattedrale.
L'idea è del poeta, scrittore e paesologo Franco Arminio che spiega sulla sua pagina facebook: 
Useremo il mese di novembre per arredarla. La casa è su tre livelli e sarà a disposizione per tutto l'anno dei soci dell'associazione paesologica "Comunità Provvisorie" che si sta costituendo in questi giorni. Ovviamente useremo la casa anche per ospitare artisti e pensatori di passaggio per l'Appennino. Trevico si trova all'incrocio di tre regioni: Campania, Puglia e Basilicata. La quota annua per far parte dell'associazione paesologica è di cento euro all'anno. Per le persone disoccupate e per le persone al di sotto dei trent'anni, la quota è di 24 euro all'anno (due euro al mese).
Da anni Arminio propone ai suoi seguaci l'esempio di una letteratura viva, con gambe e cuore; la poesia è libera di camminare tra i boschi e vagare nel paesaggio. Ma allora perché una casa se si tratta di parole "vagabonde"? Arminio spiega:
La casa sull'Appennino vuole essere un punto di incrocio tra scrupolo nordico e utopia meridiana. Non è un'associazione "identitaria". Ci interessano i luoghi e nuovi modi di percepirli e abitarli. A nord e a sud...Ci interessa l'attenzione, non il denaro. Ci interessa la fragilità, non l'arroganza. 


Per aderire all'iniziativa basta soltanto un po' di buona e sana utopia [ο «non» e τπος «luogo»; quindi «luogo che non esiste»]. Crede molto in questo non luogo pieno di speranza il fondatore della paesologia che invita tutti a partecipare:
Per chi non lavora e per chi ha meno di trent'anni l'iscrizione a Comunità provvisorie e al bene comune della casa sull'Appennino costano solo due euro al mese. Pensateci...
a Trevico si porta una busta di ceci, un libro, si suona per gli amici, si legge, si parla con le persone del paese, si va a sentire il silenzio, si cammina tra le nuvole, io solo a Trevico sono riuscito a camminare tra le nuvole. I soldi delle quote serviranno a riscaldare la casa, a pagare la luce, a pagare i viaggi degli artisti che verranno a presentare le loro opere. e chi è iscritto all'associazione paesologica potrà fare tanti incontri, ascoltare conferenze, deliri, lamentazioni in forma letteraria. Il programma dell'associazione paesologica comunità provvisorie non esiste, non abbiamo sfide da lanciare a nessuno,ci accostiamo con mitezza, dopo tanti fallimenti rancorosi ci concederemo un fallimento affettuoso. I soldi dell'associazione ci serviranno per sostenere la pubblicazione di un libro o di un disco che ci sembra necessario, proveremo ad aiutare qualche giovane di talento.
Sono tanti i progetti delle nuove Comunità Provvisorie. Anche a me sembra una bella idea. Se siete interessati dovete scrivere a Grazia e\o Francesco

graziacoppola65@virgilio.it
france.laviano@gmail.com


Commenti

  1. bellissima iniziativa di Franco Arminio, mi piacerebbe venire

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari