MA QUESTO "BOSCO DI CALVINO"... COS'E'?

Insieme agli artigiani che hanno realizzato
i cartelli in legno del Bosco di Calvino


Il 24 maggio alle ore 10:00, in Via di Villa Lauchli nel Parco Inviolatella vi sarà l'inaugurazione del Bosco di Calvino, il primo parco della capitale dedicato ad Italo Calvino  (Santiago de Las Vegas de La Habana, 15 ottobre 1923 - Siena, 19 settembre 1985), in occasione dei 90 anni dalla nascita dello scrittore.
Il progetto, nato da un'idea di Giovanna Iorio, Sara Cracco e Francesco Gargaglia, è stato realizzato con la collaborazione degli studenti del Liceo internazionale Marymount International School, l'Associazione Robin Hood, il Comune di Roma e il Parco di Veio.
Il Bosco di Calvino è un percorso tra sentieri e luoghi ispirati ad alcune opere dello scrittore:

v Il sentiero dei nidi di ragno attraverso una lunga passeggiata conduce nel posto più nascosto del parco, racchiuso da un muro di canne.

v Casa Viola, la casetta accanto allo stagno che sta per diventare Centro Didattico con laboratori di letteratura e scienza.

Dettagli dei cartelli in legno

v Accanto a Casa Viola crescono i ventidue alberelli del “giovane” Bosco di Calvino, piantati dagli studenti di Marymount International School lo scorso aprile.

v Il sentiero I libri degli altri porta alla Little Free Library: una piccola libreria libera, per chi ama leggere. Una casetta piena di libri, ed anche la prima Little Free Library d’Italia che il 2 giugno compie due anni.
La prima LFL d'Italia 

v L'Area cani Ottimomassimo, dove si possono far passeggiare i cani in tutta libertà.

v Il sentiero più misterioso, Le città invisibili, è dedicato alle opere del catalogo Invisibili un  progetto a cura dell'Associazione Culturale Twitteratura fondata da Paolo Costa, Edoardo Montenegro e di Pierluigi Cattaneo. Invisibili è un gioco di lettura e riscrittura ispirato a Le città invisibili di Italo Calvino. Dopo il successo ottenuto al Ghetto di Cagliari e la mostra d'arte presso lo Studio La Scala di Milano, su questo sentiero  si trovano 60 cartelli con tutti i disegni realizzati da Alessandro Armando, Francesca Ballarini ed Elena Nuozzi a partire dai tweet prodotti dalla comunità di Twitteratura con l’hashtag #Invisibili.  

Una delle illustrazioni in mostra nel sentiero "Le città invisibili"  del Bosco di Calvino 

Gli studenti preparano i cartelli del sentiero "Le città invisibili" 



v Per più piccoli, nell’area gioco, quattro casette diventano Copertine di libri. Gli studenti della Marymount International School (con l’aiuto di Francesco Gargaglia e Dennis Cigler) hanno realizzato disegni ispirati alle Fiabe italiane di Calvino.

Prima e dopo: come trasformare le casette di legno in libri di favole

Una delle illustrazioni delle "casette-libro"


All'inaugurazione parteciperanno lo storico degli alberi Antimo Palumbo, Presidente e fondatore dell’Associazione Adea amici degli alberi, creatore e autore del blog www.adeaalberi.blogspot.com.
Non potevano mancare gli amici della libreria itinerante Ottimomassimo , la libreria itinerante che dal 2006 promuove la lettura nelle scuole, nelle piazze, nei giardini, nei piccoli comuni e in ogni luogo di aggregazione dove i bambini di ogni ceto sociale e di ogni provenienza si avvicinano alla lettura. Saranno loro a raccontare le avventure de “Il barone rampante” e a giocare con “Le Mongolfiere”.

Seguite l'evento anche su Facebook con le foto del work in progress. 

Commenti

Post più popolari