NELLA STANZA DI BRECHT

Brecht's House



non ci sono occhi nel cielo
non ci sono orecchie nel muro
il salice non piange e le foglie
non amano il loro tormento


tra il fiore e il nulla è sospesa
una lingua di sera
parla appesa a un ramo
è un pensiero la luna nasce e tramonta
la voce illumina dentro

i ricordi
ogni scodella di riso ha la sua importanza
non era reale la voce
eppure ci sfamava il bianco

ancora i ricordi
chi oserà dire a sua figlia
che non può fidanzarsi con uno chauffeur
un cavallo stanco del morso
un assassino stanco del rimorso

la verità è schiuma agli angoli della bocca
lascia che ti sfogli la voce
il libro nella stanza parla

tornano i servi matti
in un soffio di vento.

Commenti

Post più popolari