Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2014

C'ERA IL SOLE OGGI

la notte si allontana
e io la guardo
frusciare tra i pini 
come una donna 
che torna a casa 
vestita di seta


***

Non succede anche a voi
di guardare il cielo e innamorarvi ancora e ancora
di una stella?


***

Oggi voglio pensare il cielo
è un lusso guardare il bello 

finalmente sono povera 
posso permettermi solo quello.


***


Oggi la luce voleva essere 
raccolta dall'asfalto dai ponti dai muri
Oggi la luce non voleva essere
sola con la sua ombra.


(g.i.)


POESIE AMICHE | ULISSE FIOLO

Sono felice di ospitare Ulisse Fiolo nella rubrica "Poesie Amiche". Io e Ulisse siamo finiti nella stesso libro, l'antologia del Premio Insanamente  (Pazziando - Fara Editore, 2013). Da tempo, però, leggo quello che Ulisse Fiolo scrive su facebook; a me sembra poesia sempre, anche quando pubblica prosa o è silenzioso. Vi propongo tre testi inediti, due brevi poesie e un tanka. Insieme a una foto della sua terra. Buona lettura!


***


Le parole sepolte

Come le pietre a lato della strada che, se le pizzichi sotto le ruote, schizzano via violente e incontrollate - così capita, a volte, di parlare e non è detto che si dica niente:
molte volte si chiede, ma è per dare.



Silenzio d'autore

Il brusio della luce dei lampioni tra il frusciare notturno delle palme; la macchina da scrivere del sangue nel battito del cielo, come un cuore:
ma il vento fra le stelle è una canzone che piove in gola - priva di rumore.



Veneto anni '80



A Mira Porte
a Morobèa a vendeva ciuceti ai boce: a ghe o dava co i c…

MARMELLATA DI LUCCIOLE (4)

Sul blog Racconti Viandanti di Sandro Abruzzese  il  terzo appuntamento con Marmellata di lucciole. Ogni domenica un pezzetto di storia.
La storia di una ragazzina che non sa sorridere: la sua infanzia in un paese del Sud, la partenza, il lavoro in una strana fabbrica dove producono la marmellata MADRENATURA, l'incidente, l'incontro con Gabriele...Perché l'infanzia è dolce solo quando è lontana. Spalmatevelo sul pane ogni domenica un po'!

Questa domenica LE ORTICHE
http://raccontiviandanti.wordpress.com/2014/01/26/marmellata-di-lucciole-4/?relatedposts_exclude=529

LANDAYS DELLA MEMORIA

Voglio dedicare 7 nuovi Landays a Settimia Spizzichino, l'unica donna del ghetto di Roma sopravvissuta ad Auschwitz. 

A Roma tanti gli appuntamenti per ricordare. Questo è il mio piccolo contributo, per non dimenticare i treni partiti dalla stazione Tiburtina. Solo pochissimi sono tornati. E tra i sopravvissuti una sola donna.


***

e vennero a prenderci all'alba -
il sole spento non volle levarsi - al buio



***
dissero che avremmo rivisto
i nostri cari: cercammo invano tra le ombre.


***


mia madre mi disse: scappa via!
e io mi misi a correre con i suoi occhi nel cuore.



***
c'era un vecchio che piangeva con
la guancia poggiata al petto di una sconosciuta


***

mi hanno rasato i capelli
cadevano ciocche a terra come uccellini.



***
io non capivo una parola 
ero nuda: solo i peli neri del pube.


***


io tornai a casa dopo un anno -
non mi credette nessuno: "ora dimentica"








RICORDI DEL SOTTOSUOLO

niente parole
solo una busta bianca
che giù da una ringhiera
non cade

vola e io vorrei essere plastica
un derivato del petrolio
fare quel rumore lieve
eterno e disumano

niente parole
solo il suono fragile
i ricordi del sottosuolo.

NEWSLETTER ASSOCIAZIONE ITALIANA HAIKU

HAIKU DELLA DOMENICA

oggi la luce
ha qualcosa di vivo:
forse la voce.






un campo arato
in silenzio avanzano
ombre e radici.









sono seduta
davanti al mare - l'onda
viene a parlare





vola una busta
bianca sull'asfalto che
vuole fermarla.




ha gli occhi chiusi
ma non dorme - veglia
la vecchia casa




è sul tavolo 
il tuo libro che parla 
di alberi e sole.




g.i.
foto di Giovanna Iorio

PINI ROMANI

DUCA D'AOSTA - HAIKU DEL PONTE

ponte di marmo sotto scorre limpida luce invernale






POESIE SPARSE

E così Dio
Non è donna
Non è nero
Non è omosessuale
Non è nano
Non è grasso
Non è scemo
Insomma non è
Dio



Spingere la vita 
nel vuoto: mi sono sentita felice
un solo istante. Poi la pelle
è diventata un muro
la pietra
non ha voluto cadere. Resta

L'ora aggrappata al tempo
Come un bambino
Affamato di carezze.



Oggi farò qualcosa per me
 asciugherò i miei occhi con l'azzurro del mare.

LITTLE CHILDREN OGGI SU IRIS

Misteri della distribuzione cinematografica. “Little Children” film candidato nel 2007 a tre premi Oscar, tra cui quella alla protagonista, Kate Winslet come miglior attrice, non uscì mai nelle sale italiane.
Una lacuna grave, che potrà essere colmata oggi giovedì 23 gennaio. Il film,infatti, sarà trasmesso su Iris, in prima serata (alle ore 21:00) LA SCHEDA DEL FILM Il film drammatico diretto da Todd Fields, oltre all’attrice premio Oscar, ha tra i protagonisti Jennifer Connelly, Patrick Wilson e Jackie Earle Haley e racconta le vicende di due coppie in crisi, un ex poliziotto e un uomo accusato di pedofilia, sullo sfondo di una cittadina del Connecticut. Il New York Times lo definì un film “cui è difficile smettere di pensare”, che “indaga il vuoto, l’invidia e l’ansia che accompagnano la realizzazione famigliare ed economica”. I bambini piccoli del titolo infatti, sono anche gli adulti, incapaci di assumersi le proprie respondabilità. Elemento forte del film è la tensione emotiva ch…

A CHE ORA MONET HA DIPINTO THE CLIFF, ovvero L'ASTRONOMIA FORENSE

da La Repubblica
"Il 5 febbraio 1883 alle ore 16.53, Claude Monet stava dipingendo "The Cliff, Etretat, Sunset". E' la scoperta di un gruppo di astronomi dell'Università del Texas, che ha applicato alla pittura una tecnica conosciuta come "astronomia forense". Lo studio ha analizzato le maree e l'allineamento del Sole per capire l'ora esatta in cui Monet stava dipingendo, mentre era in vacanza in Normandia. Di tutte le opere del pittore, questa è l'unica tela ad avere il sole, dettaglio che ha reso possibili le analisi degli studiosi."

POESIA PER LA LIBRERIA ODRADEK

ODRADEK La Libreria Via dei Banchi Vecchi, 57 – Roma (Tel. 06-6833451) odradek@tiscali.it

Giovedì 6 febbraio 2014 – ore 17:30
"Un suono simile al fruscio di foglie II"
(La Poesia salverà Odradek?)

Reading poetico di solidarietà e mobilitazione in sostegno della Libreria a cura di Francesco De Girolamo e Gabriella Gianfelici
Con l'adesione e la partecipazione di:
Dona Amati, Lucianna Argentino, Attilia Bellia, Paolina Carli, Paolo Carlucci, Mauro Corona, Paola d'Agnese, Rosaria Di Donato, Sandro Di Segni, Simona Durbano, Moussia Fantoli, Miro Gabriele, Giovanna Iorio, Maria Paola Langerano, Roberto Maggiani, Silvia Marmiroli, Monica Martinelli, Cinzia Marulli Ramadori, Donatella Mei, Maria Musik, Massimo Pacetti, Enrico Pietrangeli, Roberto Piperno, Lorenzo Poggi, Antonella Rizzo,  Anna Maria Robustelli, Giuseppe Spinillo, Stefania Vassura.



AGGIORNAMENTO: PER MOTIVI ORGANIZZATIVI L'EVENTO E' STATO RINVIATO. APPENA POSSIBILE VI INFORMERO' SULLA PROSSIMA DATA.
GRAZIE.

L'AEREO DI CARTA

Essere un foglio staccato dal quaderno 
dopo il lungo dettato
con cura ripiegato di nascosto sotto il banco

dal legno spuntano le mani le ali il muso bianco 
di un aereo.

Andare dalla finestra al cielo
con un sibilo attraversare il disegno intricato 
degli sguardi, dei rami spogli, dei legni brulli

bucare con la punta delicata il vetro azzurro
e poi il nero

nella distesa buia cercare un sole piccolo
una trascurabile stella

bruciare e poi cadere
minuscola pioggia di cenere
sulla terra.

MARMELLATA DI LUCCIOLE (3)

Sul blog Racconti Viandanti di Sandro Abruzzese  il  terzo appuntamento con Marmellata di lucciole. Ogni domenica un pezzetto di storia.
La storia di una ragazzina che non sa sorridere: la sua infanzia in un paese del Sud, la partenza, il lavoro in una strana fabbrica dove producono la marmellata MADRENATURA, l'incidente, l'incontro con Gabriele...Perché l'infanzia è dolce solo quando è lontana. Spalmatevelo sul pane ogni domenica un po'!


http://raccontiviandanti.wordpress.com/2014/01/19/marmellata-di-lucciole-3/

HAIKU DI UNA SERA DI PIOGGIA

La pioggia batte
sui vetri: ad occhi chiusi
la vedo entrare.



Oggi ho visto
un vecchio che tremava
come una foglia.


L'acqua nei tubi.
Un gatto attraversa
la strada. Fari.


Freme in un vaso
rotto la radice di un
rododendro blu.




Stasera il vento
ha trasportato il suono
di una campana.



La Tivù accesa.
S'addormenta in salotto
Una vedova.


La testa vuota.
Stasera i miei pensieri
restano fuori.

NOI DUE

Mi è sempre piaciutovivere. Della morte
 non mi curo perché lei ha da fare: ha tanto da disfare mentre io sono occupata a vivere.
A volte litighiamo: ci tiriamo i capelli (zuffe da donne). Litigi futili: amiamo entrambe il Tempo.
Ci graffiamo e poi stanchediciamo: tregua. 
Io le offro biscotti, lei mi offre parole.

L'AUTRICE SI PRESENTA

LEGGERE E' DA SOGNATORI, SOGNATORI POVERI

E dopo l'Identikit dell'uomo che non legge, ecco l'Identikit dell'uomo che legge.  Una scena dal film "Passioni e desideri" (2011)

- Ha una libreria là dietro!
- Si!
- Tutti suoi?
- Si, tutti miei!
- Il mio capo non legge. Non ne ha bisogno. Lui ha i soldi. Leggere è da sognatori, sognatori poveri.
- E lei legge?
- Continuamente...
- Bene!
- Sono una sognatrice povera.


IL POETA

Ah, poeta
non è così che volevi essere
come un vecchio tappeto

sotto la pelle ti è rimasta
la polvere della vita

ma tu volevi solo
volare.

g.i.

ROMANI, i miei racconti su Roma&Roma

E ALLORA COME VIVE CHI NON LEGGE?

Spero che abbiate avuto qualche minuto per leggere l'articolo "L'uomo che non legge" (per il quale vi rimando al mio post precedente). Ho deciso di rispondere a questa lettura con una domanda: E allora come vive chi legge?
Il Lettore Zero, come lo definisce Gian Luca Favetto, occupa il suo tempo libero in altro modo. La sua vita sembra piena di musica, arte, viaggi e amici. Ha una bella casa e sembra avere un'esistenza felice. Forse questo Lettore Zero è comunque una specie di lettore, ma non di libri, bensì di persone, paesaggi, spartiti. Insomma un lettore più vicino al mondo orale. In un bellissimo saggio di Walter Ong, "Oralità e scrittura" si affronta la scrittura come tecnologia che ha cambiato il nostro modo di pensare. Ve lo consiglio, per comprendere anche "reazioni" come quella del Lettore Zero intervistato da Gian Luca Favetto.

Vi riporto alcune interessanti riflessioni sul libro di Ong:


Nel suo libroOralità e Scrittura(Orality and …

COME REALIZZARE UNA LITTLE FREE LIBRARY IN 5 STEPS

Cari amici di Little Free Library, le Little Free Library crescono, diventano sempre più numerose in Italia. Sempre più spesso ricevo richieste di aiuto: come fare a creare una Little Free Library?
Ho pensato di mettere qui una brevissima guida per chi volesse provare a realizzarne una nel proprio quartiere, in un parco, sotto casa. Insomma, ovunque leggere possa rendere migliore la vostra giornata.
Seguite questi semplici 5 STEPS guida e avrete, presto, una LFL!

STEP 1
Scegliete un parco dove poter mettere la LFL. Chiedete la collaborazione dei vicini di casa, di una scuola, di amici e mettetevi all'opera.

STEP 2
Comprate una LFL direttamente sul sito. 
Oppure fatevela da soli! Realizzate una LFL seguendo il progetto che spiega come esattamente come fare.

STEP 3
Registrate la vostra LFL e rendetela visibile ed officiale. Scrivete a me (giovannaiorio96@gmail.com) oppure direttamente gli ideatori in America e riceverete un codice per essere visualizzati su Google Map!

STEP 4
Coinvolgete la co…