STORIE D'AMORE PER CUORI BUCATI: DUE MOLLETTE ROSSE




Due mollette rosse innamorate tentano di stringersi sul filo del bucato
 (G. Iorio, Sardegna, luglio 2013) 


Provate a fotografare un oggetto quotidiano e banale. All'improvviso scoprirete  qualcosa di luminoso e umano. Una specie di anima delle cose. Lo afferma, meravigliosamente, Remo Bodei nel libro "La vita delle cose"  che vi invito a leggere. 



E' il caso delle mollette che si usano per stendere il bucato: per me un "amore a prima vista". All'improvviso, questa estate, mi sono sembrate importanti, non più banali: le piccole "dita" che tengono strette su un filo i nostri vestiti, così simili a noi, mentre il vento tenta di portarli via, lontano. Le mollette, custodi dei nostri simulacri leggeri. 
Ecco "Storie d'amore per cuori bucati: due mollette rosse". Alle tre foto, che raccontano l'ardente passione estiva di due mollette rosse, aggiungo con gioia anche la colonna sonora ( il pentagramma di Franco Arminio)  e una maschera (della veneziana Sabina Rizzardi). Ieri, infatti, ho avuto il piacere di scoprirle su facebook.



Due mollette rosse cadute sul cemento in un cortile (Avellino, agosto 2013)


Il collage di un amore (settembre 2013)


Una canzone d'amore (Arminio, novembre 2013).



Una maschera a Venezia  (Rizzardi, novembre 2013). 

Se avete altre immagini con le mollette, inviatemele.  E la storia d'amore per cuori bucarti continuerà sul blog.



Commenti

Post più popolari