giovedì 5 settembre 2013

PERDONATE




perdonate io non sono nata qui
perdonate io non sono nata
perdonate io non parlo la vostra lingua
perdonate io non parlo
perdonate io non credo nel vostro dio
perdonate io non credo
perdonate io non so lasciare questa mia forma

di pesce di pietra di minerale
vorrei le gambe per inciampare
vorrei la bocca per pregare
vorrei le mani giunte delle bambine
sono quelle bianche che mettete in fila
nei primi banchi

lasciatemi stringere tra le dita un rosario
di parole.

(g.i.)

Nessun commento:

Posta un commento

LA MAPPA DELLE STORIE INVISIBILI: Roma, Fontana delle tartarughe

Stasera una storia invisibile è apparsa alla Fontana delle tartarughe... buon ascolto, se passate di là. E, a proposito, salutatemi Serafina...