LA VOCE DEL MAGO



Mio padre le parole le usava
per vendere i polli.

La voce più bella del mercato: "Compratevi le galline
 belle signorine"- cantava. 

Era il gigante in mezzo al mercato.
Le donne si avvicinavano timorose
 grande e possente era la voce: "Non vi mettete paura."
Riempiva le sporte di meraviglia: "Che begli occhi che avete-
la vita è un'avventura".

Era un mago mio padre, con gli occhi azzurri 
che solo i principi hanno e lui 

non se li spiegava allora 
li usava come specchi per le allodole.

A casa tornava allegro
 con tutte le gabbie vuote
 le mani piene di storie.

(g.i.)

Commenti

Post più popolari