mercoledì 24 luglio 2013

IL PETTINE




un tempo venivo a bere l'acqua
dalle tue mani
e nella bocca mi mettevi un sasso
dicevi che dovevo sentire il sapore
della terra sotto i denti

e c'era un sentiero che ci portava
in mezzo ai campi
dove le case aspettavano a usci aperti
la pioggia

e c'era un vecchio casolare
dove noi andavamo a cercare tesori:
un giorno trovammo un pettine d'avorio
in fondo a un cassetto

tu mi dicesti- non toccarlo
se ti pettini con le ossa
ti vengono i capelli bianchi

me lo ricordo ancora
che il freddo del pettine spense la fiamma

e fuori pioveva.
(g.i.)






Nessun commento:

Posta un commento

LA MAPPA DELLE STORIE INVISIBILI: Roma, Fontana delle tartarughe

Stasera una storia invisibile è apparsa alla Fontana delle tartarughe... buon ascolto, se passate di là. E, a proposito, salutatemi Serafina...