POESIE DEL VENTO |ERNST JUNGER




possediamo una seconda memoria
il cui filo corre attraverso le ore dell'ebrezza
un paio di brache e una camicia stracciata
come lungo una catena incandescente
il vino è il simbolo del sangue
le viti di Lumbarda mettono radici
in un terreno di sabbia

la polvere ci aveva seccato la gola
il satiro predilige gli scenari di questo genere
ci sono situazioni in cui il senso profondo
delle parole più familiari
si fa improvvisamente manifesto
"cisterna"

il meraviglioso non suscita in noi nessuna sorpresa
vivono tutte ancora le isole madri di Eroi
ogni anno rifioriscono.

Commenti

Post più popolari