FERITA DI GUERRA


byPhlegm 



Oggi non avrei voluto incontrare persone, ma alberi.
Oggi un po' mi dispiaceva non abitare in un bosco.
Oggi pioveva e ho sentito il cielo addosso.
Poi oggi il cielo è entrato nelle ossa.
Ho una scheggia di cielo incastrata tra le costole, che mi fa male.
Ferita di guerra.

C'è sempre un momento, ogni giorno, in cui leggo le facce. Storie che potrei scrivere ad occhi chiusi. Facce come pagine strappate di un libro, il vento le porta di qua e di là. E' l'autunno, un libro che perde le pagine. Bisognerebbe imparare a restaurare i vecchi libri.
Forse anche vecchi ombrelli.
Si può essere restauratori rivoluzionari?
Credo che pioverà tanto in futuro. Pioverà a lungo. Forse quello che ci aspetta è un nuovo diluvio.
Non ho la pazienza di un artigiano. Non ho le sue mani grandi che tengono a galla il mondo. Non so costruire arche. Ho mani piccole, e dita che tentano di rimettere insieme un libro immenso.
Io non so fare altro.
(g.i.)





Commenti

Post più popolari