LA BOTTIGLIA



Si sono venuti a specchiare qui
in mezzo alla fronte
gli anni.

Sono diventata un vetro trasparente
una bottiglia con un urlo dentro
e non so riflettere
gli anni.

Ti meriti uno specchio
lo meritano gli occhi che hanno
tenuto dentro le lacrime
come una valle stringe
tra i seni i laghi

ma io sono caduta nell'acqua
e galleggio e m'allontano
improvvisamente
vuota e svuotata

(mentre scrivo devo
entrare nella bocca di un pesce
rifugiarmi nel corpo
di una balena che inghiotte
persino la notte - non si torna
indietro da un viaggio
nel ventre di un pesce che sale
e scende

abisso e cielo insieme
nello stesso istante) perdono
se in queste parole non c'è
niente di pesante come faccio
a farmi scorrere dentro
l'età del mare? Solo

una promessa ci potrà salvare.
Settima onda scaraventami
sulla terra e io
per te

mi riempirò di sabbia.
(g.i.)

Commenti

Post più popolari