SERPENTI D'ACQUA




ricordo le mani
che si tuffano
dietro alle anguille

l'acqua bollente
per tramortirle

l'uscio della cucina
serrato

e le anguille sgusciate
tra le fessure

fatiche d'Ercole
la lotta corpo a corpo con
i serpenti d'acqua

una donna
il suo scudo-coperchio

e un lungo coltello
che sembra una spada

il mostro sul tavolo
a pezzi

e lei chiude la pentola
e lei apre la porta.

(g.i.)


Commenti

Post più popolari