mercoledì 13 marzo 2013

LA SINGER



stasera è tardi
e il tempo gira
a vuoto perde tempo
nelle mie stanze

braccia alzate sotto lenzuola
bianche bandiere
mi arrendo
mi alzo
mi siedo
dimmi cosa vuoi
dirmi ancora

non so ingannarti io
mi spiace
non ho un telaio
ho solo una vecchia
Singer

provo a contare
numeri fino a dieci
a cantare

e tu come un bambino
ti metti a correre

giochi con me
a nascondino.
(g.i.)


Nessun commento:

Posta un commento

LA MAPPA DELLE STORIE INVISIBILI: Roma, Fontana delle tartarughe

Stasera una storia invisibile è apparsa alla Fontana delle tartarughe... buon ascolto, se passate di là. E, a proposito, salutatemi Serafina...