IL BOSCO DI LUCINI



Vi propongo due poesie luminose e leggere. Sono di Gianmario Lucini, dalla raccolta inedita Poesie del bosco. Nascono dalle passeggiate di Gianmario nella luce e sono bellissime.

***



La fragilità del bianco sembra urlare
non mi spezzare morte
                                     corporale
quando il tempo nuovo chiama alla speranza
e un popolo d’uccelli canta la sua gioia.

Non mi spezzare morte
della nebbia, vapore veleno
- accetta il candore della tenebra
uomo
l’essenza del mistero -...

                                    (paesaggio di nebbia)

 ***

Ci piega dolcemente, il vento, al suolo
fino allo schianto. Dolcemente insiste
e non v’è chi resista
al carisma del suo fiato

brezza dopo brezza
si fa tremendo e greve
- è lui il nostro viaggio
è lui la prima voce che ci piega -.

                                    (pioppi in Valtellina)


Commenti

Posta un commento

Post più popolari