LO ZUCCHERO

Faccio così: seguo le frasi. Le frasi spezzate. Le raccolgo e le riaggiusto. A qualcuna metto un bastoncino di legno. Intorno ad altre tengo stretto un fazzoletto.  Si possono aggiustare le frasi. Me lo ripeto come un mantra "tutto si aggiusta, tutto si aggiusta". Chi lo diceva? Non me lo ricordo. Lo diceva qualcuno più bravo di me, qualcuno che  aggiustava le cose.
Tutto si può aggiustare. Un uomo al supermercato voleva comprare un pacco di zucchero. E la moglie lo ha redarguito.  Ha detto. No, ce l'abbiamo già. E lui ha abbassato gli occhi. Infelice.
E io li avrei voluti aggiustare. Avrei comprato decine di pacchi di zucchero. E a lei un paio di occhiali. Come fai a non vedere che siete rotti. Quando è successo? Eppure basterebbe un pacchetto di zucchero. E forse un paio di tazzine di vetro nuove. A me le hanno regalate a Natale. E la mia vita è migliore. E se un giorno il gatto ne rompesse una, io direi "tutto si aggiusta, tutto si aggiusta".





Commenti

Post più popolari