IL VIAGGIO DI ALICE

vengo a sdraiarmi qui
sulla linea del tuo profilo
come una bambina che trova
un coniglio bianco

la mia guancia sul tuo calore
parole che mi avvolgono
un mantello di pelo candido

sono invisibile
aria azzurra
entro nei tuoi polmoni
esci dai miei ventricoli

pura ora io so
espirare scorrere
non più rincorrere
la mia orma  nella neve

m'implora di tornare
mi perde in una distesa bianca
priva di segni

in una pagina primitiva
dove tu mi scrivi
dentro.
(g.i.)



Commenti

Post più popolari