INSONNIA

Che ci faccio in questa notte come un sogno senza testa?
Sono un respiro ma mi manca l'aria.
Sono una voce ma mi manca il suono.
Solo questo lenzuolo bianco, luminoso, silenzioso dello schermo
mi copre e mi scopre.
Qui io sono un sogno reale. Servo a chi di me ha bisogno.
Stanotte ho gli occhi di nuovo neri. Un attimo prima di addormentarmi
erano due cieli.  Sono di terra a quest'ora. Metto i piedi sulle zolle, come se intorno mi crescesse un campo, una strada sterrata, un solido labirinto per la mia liquida mente.
Vengo su questo campo ad arare le mie pagine di pensieri. Con un aratro vivo. Sembra un uccello con il becco storto e semina nel mio cuore.
Non dovete per forza provare ad immaginare tutto quello che io vedo. Sentitelo nella carne. Questo morso che semina il tempo, in ogni cavità della mente, del corpo, nella carne.
Ah, se solo il sonno tornasse da me, con un cuscino profumato d'estate e miele caldo.
L'insonnia curata da uno sciame d'api.

Commenti

Post più popolari