NON ERA LA SCARPETTA DI CRISTALLO

Oggi il mondo era troppo bello per essere vero. Sembrava di stare in una favola. Il verde era più verde, il giallo era più giallo, il bianco era più bianco. Se continuo così scrivo di tutto di più...
Di solito quando splende il sole mi commuovo di più, mi sento più umana. Insomma  ricordo di avere più di cinque sensi e non resto indifferente alla bellezza del Creato (o Capitato). Sento il mondo di più....
Di solito sorrido di più alle persone. Ed è sempre in quell'istante che accade qualcosa di più inaspettato.
Incontro la strega cattiva!
Preparatevi ad una piccola favola.
Mia figlia non aveva più una scarpetta; l'aveva persa a scuola, era una ballerina blu. Le avevamo comprate non più di sette giorni fa.  Poi lo scorso venerdì si era cambiata per fare ginnastica e non l'ha trovata più... una delle due scarpette era sparita. L'abbiamo cercata dappertutto nel fine settimana.
Comunque oggi mia figlia dopo scuola va a fare ginnastica. Io l'aspetto e vado un po' in giro per la scuola. All'improvviso la vedo! La scarpetta blu! Se ne sta solitaria in cima ad una piccola montagna di sedie, qualcuno l'ha trovata e l'ha messa ben in vista. L'ho quasi abbracciata tanto mi faceva piacere rivederla.
Ma la gioia era qualcosa di più! Non veniva soltanto dal fatto che non dovevo più comprare le scarpe (un po' anche per quello, lo ammetto) ma perché avevo ritrovato una scarpetta triste. Una scarpa solitaria in cima a un mucchio di sedie fa più tristezza di un calzino spaiato in un cassetto. Vabbè... direte voi, dicci di più.
Ecco, ora arriva la strega cattiva! Mentre correvo con la scarpetta in mano verso mia figlia sbucano sul mio sentiero due mamme. Mi rivolgo a una delle due perché   mi guarda e io la conosco un po'; felice  le mostro la scarpetta blu. Più felice del dovuto dico trionfante: "Ora so come si sentiva il Principe Azzurro quando ha trovato la scarpetta!"
Ma è l'altra donna a rispondermi (quella che non conosco affatto)  proprio così (nè più nè meno):
 "Di certo non è di cristallo!"
Si, ha detto così. Che voleva dire? Forse che le scarpe di mia figlia non sono scarpe di fata? Non sono di cristallo? Chi se ne frega! Sono ballerine blu e a loro piace stare insieme ai piedi della mia bambina, o sotto il letto (come tutte le scarpe normali) o sotto il tavolo mentre tutti cenano e ridono.
La strega che ho incontrato deve essere proprio  tra le più...
In questi casi mi  scarpa da ridere.


Commenti

Post più popolari