LITTLE FREE LIBRARY A ROMA

Sapete quanto faccia star bene vedere un'idea che diventa un oggetto reale e tangibile. E' una gioia alla quale nessuno dovrebbe mai rinunciare. Spesso però la distanza tra un desiderio e la sua realizzazione è enorme, il tempo si dilata e il desiderio si spegne nell'attesa.
Non è così per la Little Free Library (vedi blog archivio) che mi aveva colpito per la semplicità. In sintesi, una casetta per i libri da mettere nei parchi e dove tutti possono liberamente prendere un libro e lasciarne un altro. Lasciando un libro è d'obbligo scrivere una piccola nota, per accompagnare con le parole le pagine che ci hanno fatto star bene e indicare ad altri un percorso.
Con i miei studenti abbiamo venduto dolci fette di torta, abbiamo raccolto il necessario per l'acquisto e abbiamo comprato la prima Little Free Library di Roma (e  d'Italia! come vedete dalla google map qui sotto)


E' arrivata in una scatola dall'America, dove l'idea è nata e si è diffusa a macchia d'olio. Ora la Little Free Library di legno, si trova nel nostro Art Studio e, mentre i ragazzi del liceo si occupano di organizzare l'evento e l'inaugurazione della LFL nel parco pubblico di fronte alla scuola (Parco didattico Inviolatella Borghese, in Via di Villa Lauchli)  i bambini di terza elementare decorano la casetta dei libri, preparono fantasiosi segnalibri e celebrano la bellezza della lettura. Perché leggere un libro è bello, ma avere un luogo in cui i  libri circolano liberi è fantastico!
L'inaugurazione presto! Vi terrò informati, e spero di avere anche i miei Amici di Letture con me, a festeggiare in un prato lettura e leggerezza.


Picture

Commenti

  1. bella idea! bella casetta!
    vorrei esser invitato per l'inaugurazione.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei invitato! :) A prestissimo!
      Giovanna

      Elimina
  2. Oggi ho promosso la produzione della tua originale ed entusiasmante " free library", ovviamente la ... colpa è tua per il modo coinvolgente che metti in campo nel descrivere le cose. Posizionare queste casette nei cortili delle scuole consente l'accesso alla lettura anche a coloro che si trovano in difficoltà, penso ai tanti senza lavoro, genitori e figli, extracomunitari inclusi; questo scambio anonimo crea delle relazioni interpersonali positive virtuali e nello stesso tempo reali e formative.
    Vediamo come andrà a finire, anche io, come te, ne sono entusiasta.
    Ciao
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Leo! Un parco senza libri è come un corpo senz'anima (citando Cicerone un po' ad hoc!)
      Grazie e forza!

      Elimina
  3. Salve, è stata inaugurata la prima free library italiana? sono una giornalista e mi interesserebbe la notizia

    RispondiElimina
  4. Si, il 1° giugno. Altre foto e info su questo blog (ricerca tematica) oppure sul web:

    http://www.vignaclarablog.it/2012052118978/vigna-clara-prima-little-free-library-di-italia/

    http://www.vignaclarablog.it/2012061819278/inviolatella-leggetelo-godetevelo-riportatelo/

    La seconda Little Free Library di Roma invece è già stata acquistata e registrata su Google Map ma verrà inaugurata a settembre.

    Grazie, spero di sentirla presto se desiderasse altre info.
    G.I.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari