RIFLESSIONI SULLA SCRITTURA

Tutte le volte che non riusciamo a scrivere, i pensieri che tentano di assumere una forma condivisibile diventano invisibili. La necessità di raccontare si trasforma in urgenza quando è la vita stessa a scomparire, e non solo i pensieri amorfi.
La vita spera di entrare in una pagina bianca, di occupare uno spazio condivisibile; anche un rigo soltanto è sufficiente, basta che diventi il luogo di uno scambio.
La scrittura riempie i vuoti, dà senso al disordine che ci circonda. Forse è una sorta di scrittura quotidiana quando si riordinano le stanze, si rifanno i letti, si mettono le camicie in fila negli armadi e i calzini in fondo ai cassetti; di nuovo ordine dopo la tempesta quotidiana delle ore.
Sotto strati di polvere si ritrovano gli oggetti. Sono compagni di un viaggio silenzioso, eterni più di noi. Noi siamo la pagina bianca. La vita è un fiume, d'inchiostro.

Commenti

Post più popolari