POETA DELLA CENERE


Anselm Kiefer, I tuoi capelli di cenere, Sulamith (1981).

Io non ricordo
nulla

non ricordo
e niente è più falso
di un ricordo

non ricordo
chi mi tagliò i capelli
né la sua mano grande
né la mia testa molle

non ricordo
il gatto rosso
miagolò e non mi riconobbe

non ricordo il tavolo
le sue gambe storte
di vecchia seduta
a gambe aperte

non ricordo il braciere
l'odore di bruciato
delle pantofole di mia nonna

non ricordo le sue parole
forse mi diceva
di smettere di sollevare
la coperta di lana
come il suo scialle

non ricordo
nulla solo

la cenere
il fuoco
sotto.

Commenti

Post più popolari