INCIPIT PER IL NUOVO ANNO


Il Natale è passato silenzioso come un gabbiano grigio sulla città. E ora aspettiamo l'ultimo giorno di questo anno lungo e tortuoso, il faticoso 2011.
LDovrei cercare di fare un bilancio ma quest'anno credo che lascerò perdere e parlerò dei libri che aspetteranno con me le prime ore del 2012.
Prima di tutto Abraham Yehoshua, La scena rubata (Einaudi 2011). Yehoshua è lo scrittore che voglio avere accanto a me, sul comodino, per salutare il nuovo anno. Il calore che emanano le sue storie mi terrà al riparo dal freddo invernale.
Poi Murakami Haruki, 1Q84 (Einaudi 2011) l'ultima fatica del mio scrittore idolo, perché scrive come se fosse l'unica cosa per cui valga la pena vivere, e poi perché corre ogni giorno dal momento che per scrivere occorre avere un corpo ben allenato.
L'altro libro è il bestseller di Nicolas Barreau, Gli ingredienti segreti dell'amore (Feltrinelli, 2011) perché è uno scrittore venuto dal nulla, e racconta una storia magica, fatta di strane coincidenze, passioni e un tocco di ingenuo ottimismo - quello che ci vuole per non sprofondare nel baratro della disillusione.
Non posso aspettare il nuovo anno senza la poesia: Transtormer, Poesia dal silenzio (Crocetti Editore 2011), Pasolini, Poesie (Garzanti) e Davide Rondoni, Il bar del tempo sono i tre poeti che illumineranno parti silenziose di me.
Buon anno amici di letture, vi auguro il calore di pagine belle e sincere. Perché i libri sono amici fedeli che ci restano accanto quando tutto il resta sembra svanire in un pigro volo di gabbiano.

Ecco i miei incipit per il nuovo anno:

La scena perduta, Abraham Yehoshua
Solamente al loro arrivo a mezzanotte nella gigantesca piazza lastricata, severa e spoglia di qualsiasi ornamento, statua o fontana che sia, ad eccezione di pesanti catene di ferro che ne delimitano i lati, il regista sente che l'ansia della sua compagna si va dissipando.

1Q84, Aruki Murakami
Nel taxi la radio trasmetteva un programma di musica classica in FM. Il brano era la Sinfonietta di Janacek. Non esattamente la musica più adatta da sentire in un taxi bloccato dal traffico. E del resto nemmeno l'autista sembrava ascoltarla con troppa attenzione. L'uomo di mezza età era impeganto a guardare in silenzio la fila interminabile di auto che aveva davanti, come un pescatore provetto che, ritto a prua, scruta un minaccioso gorgo di correnti. Aomame sprofondata nel sedile posteriore, gli occhi leggermente socchiusi, ascoltava la musica.

Gli ingredienti segreti dell'amore, Nicolas Barreau
La felicità è un cappotto rosso con la fodera a brandelli (Julian Barnes)

Poesia da silenzio, Tomas Transtromer
Quando l'anno scalciando si toglie gli stivali
e il sole si arrampica più in alto e gli alberi si vestono
di foglie, si gonfiano di vento e veleggiano in libertà...

Poesie, Pasolini
Ma nei rifiuti del mondo nasce
un nuovo mondo: nascono leggi nuove
dove non c'è più legge; nasce un nuovo
onore dove onore è il disonore...

Il bar del tempo, Davide Rondoni
Il vero ha uno strano sfarzo
è una ferita.


BUON ANNO A TUTTI AMICI DI LETTURE!

Commenti

Post più popolari