ODE AL CIOCCOLATO


Lo so, forse è banale, ma ho una torta al cioccolato. Non è l'incipit di un romanzo ma la fine della mia giornata: affannata, stropicciata, urlata, affrettata, finita.
E' ora di spegnere il cervello, le luci, la TV, il forno, le voci... eccola in cucina, in un vassoio di plastica verde e trasparente" La mia torta appena sfornata, calda calda mi ha già ubriacata. Ho sciolto cioccolata in acqua bollente ed ecco la cascata di fondente mi accende la mente. Come può questo odore divino lasciare indifferente il divano, l'armadio, la sedia, il cuscino. Poverino chi non risorge dalla materia per incontrare il cioccolato, la mia torta, il mio dolce altare.

Commenti

Post più popolari