Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2010

"DOT", UNA STORIA MINUSCOLA

Dopo l'animazione in 3D ecco in arrivo l'animazione al microscopio! Si intitola 'Dot', punto, ed è il cartoon che rischia di entrare nel Guinness dei Primati come il più piccolo del mondo. La sua protagonista è infatti 'alta' appena 9 mm. Prodotto dalla Aardman Animations di 'Wallace&Gromit', il cartoon è stato realizzato in stop motion utilizzando un Nokia N8 con fotocamera da 12 megapixel e la tecnologia CellScope, cioè un microscopio per i telefoni cellulari progettato all'Università di Berkeley in California. Si tratta di una tecnologia già impiegata in Africa per scattare foto ad es di cellule epiteliali e inviarle agli esperti oltre oceano. Nel futuro prossimo il CellScope arriverà nei laboratori americani come strumento per la ricerca sulle malattie del sangue (di ROBERTA SAIARDI)

Pubblicato da RepubblicaRadioTv

Per guardare "Dot" clicca QUI.

POESIA PER CHI NON SA

Io non so

se è solo presunzione
se è solo paura
se è solo tempo che passa
se è solo sfida
se è solo perfidia
se è solo irrazionale
se è solo razionale
se è solo onnipotenza
se è solo impotenza
se è solo sincerità
se è solo crudeltà
se è solo coerenza
se è solo incongruenza
se è solo lotta
se è solo viltà
se è solo infinito
se è solo finito

io non so dunque sono
solo

AUTUNNO

Acini d'oro
maturano silenti
le nostre vite

g.i.

LIBRI PROIBITI IERI E OGGI

La saga di Harry Potter è da dieci anni tra i libri più banditi in scuole e biblioteche Usa (ANGELO AQUARO)

NEW YORK - L'ultima avventura sta per invadere il grande schermo e il trailer di Harry Potter e i doni della morte è già il più cliccato del web. In Florida quest'estate gli hanno dedicato un parco alla Disneyland e la sua mamma, J. K. Rowling, è stata appena incoronata da Forbes tra le 14 donne più ricche del mondo - un miliardo di dollari. Ma nell'anno magico 2010 la saga più amata dai ragazzi non è riuscita a sciogliere un incantesimo che assomiglia a una maledizione: Harry Potter è da dieci anni il libro più bandito d'America.

Non è uno scherzo. Le avventure del maghetto guidano la classifica 2000-2009 dei libri più odiati, temuti, minacciati, banditi: quelli insomma da mettere al rogo. Un'ossessione che sessant'anni dopo Fahrenheit 451 - l'incubo di Ray Bradbury che François Truffaut portò al cinema - rivive nell'America in cui la stella di Ba…

UNA STORIA NATA A SCUOLA

Nella foto: Polvere di Diamanti



L'Impero della Polvere

Sotto il mio letto c'è in impero che si chiama l'Impero della Polvere. La polvere regna sovrana già da quattro anni, e non c'è nessun indizio di decadenza. Sopra tutti i palazzi dell'impero ci sono strati di polvere e intorno muretti di acari. Nel centro della città ci sono due tempi, uno accanto all' altro. Uno si chiama il Grande Tempio della Pantofola Destra e l'altro il Grande Tempio della Pantofola Sinistra. I due templi esistevano già prima che l'impero fosse costruito, ma la loro pace venne interrotta dall'arrivo di una vecchia camicia, un paio di calze puzzolenti e qualche zanzara. L'impero venne quasi distrutto un anno fa dal feroce drago Aspirapolvere, ma per fortuna il famoso Re Polvere è più forte e tenace di lui ed ora è tornato!

Katja T. (Italian IV)

IL SITO DI ALDA MERINI

Versi e ricordi per Alda Merini


Il sito come un salotto letterarioA quasi un anno dalla scomparsa della poetessa milanese, tante iniziative per ricordarla e una pagina web che registra sempre più contatti. La figlia: "Mia madre donna di una generosità che non si può spiegare, per questo è così amata" di SARA FICOCELLI


"Una donna attuale sempre. L'artista per eccellenza, che non finge né a se stessa né agli altri. Lei è genuina come ciò che scrive, nei suoi versi riflette la vita di tante donne. Se l'avessi qui con me, l'abbraccerei e le regalerei una collana, so che a lei piacevano moltissimo". "Alda c'è, e veleggia tra i nostri messaggi, tra le nostre umili poesie. Lei si è sempre accettata, cosa che gli altri non hanno fatto con Lei". Vale la pena visitare il sito della poetessa Alda Merini 1, anche se non si conoscono le sue parole.

Il forum rappresenta uno dei pochi esempi, in Italia, di community nata per ricordare una poetessa. Contem…

IL VOLTO IN BIANCO E NERO DI POMPEI

Gli scatti di Mimmo Jodice, Pompei in bianco e nero.
Un itinerario fotografico che vuole essere una sorta di grand tour contemporaneo, con le immagini di uno dei più importanti fotografi italiani e i testi degli scrittori Ethan Canin, Jim Nisbet e Jay Parini. E' l'omaggio alla città sepolta dalla ceneri voluto da Contrasto, con un volume (Pompei - Parole in viaggio) edito a conclusione di alcuni restauri dell'area archeologica.

"L'amante"

Un progetto artistico nato dalla collaborazione tra YouTube e il museo Guggenheim di New York: 23mila clip inviate, 125 selezionate per YouTube Play, la gara finale dei video creativi. I lavori selezionati sono stati realizzati da studenti, video artisti, fotografi, registi. Tra questi Giuseppe Peronace di Roma, che partecipa alle selezioni finali con il corto “L’Amante" Il suo video è stato selezionato tra altri 23.000, provenienti da 91 paesi. Giuseppe Peronace di Roma, arriva in finale con 'L'amante', nel concorso di Youtube insieme ad altri 124 partecipanti. Selezionati dal gruppo di curatori del Museo Guggenheim, i lavori della rosa dei finalisti saranno ora presentati alla giuria di YouTube Play, che ne selezionerà 20 da presentare il 21 ottobre al Guggenheim di New York.

Ecco il video. In bocca al lupo Giuseppe!

CRESCERE

Tra due rocce

Mia figlia fa domande sul dolore
e dice - "chi muore non può scomparire" -
poi aggiunge - "chi muore è una scarpa
incastrata tra due rocce"

PRENDILA CON FILOSOFIA...

Oggi ho avuto l'occasione di riflettere sulle seguenti affermazioni:

Osservando le donne e sentendomi osservata: "Fra uomini esiste, per natura, soltanto indifferenza; ma fra donne, già per natura, vi è inimicizia... anche solo incontrandosi per strada, si guardano a vicenda come guelfi e ghibellini"
(Schopenhauer)

Discutendo in classe di cani randagi e vivisezione: "Perché un cane non può simulare il dolore? E' troppo onesto?' (Ricerche filosofiche, Einaudi, Torino 1974, p. 120)

Esausta sul divano con mio marito: "Uno dei sintomi dell'arrivo di un esaurimento nervoso e' la convinzione che il proprio lavoro sia tremendamente importante. Se fossi un medico, prescriverei una vacanza a tutti i pazienti che considerano importante il loro lavoro. "

...eInfine cercando di educare i miei figli: "Tutti sanno la storia di quel padre che, bastonando il figlio, gli diceva: "Figlio mio, credimi, fa più male a me che a te". Al che il figlio ri…

UNA NOTIZIA DI SPERANZA

Dopo settimane di mobilitazione internazionale, il ministero degli Esteri di Teheran annuncia il blocco della condanna per Sakineh, la donna accusata di adulterio. In suo favore anche i premi Nobel e una risoluzione dell'Europarlamento. Una bella notizia finalmente!

BIG BANG, NON FU DIO A CREARE L'UNIVERSO

IL CASO
Hawking: "Non fu Dio a creare l'universo"La teoria nel nuovo libro dello scienziato: "Il Big Bang deriva solo dalle leggi della fisica". Molte reazioni dei teologi, dopo questo annuncio, alla vigilia della visita del Papa
ENRICO FRANCESCHINI (La Repubblica.it)

LONDRA - L'universo ha bisogno di un Creatore? "No". La perentoria risposta arriva dal professor Stephen Hawking, l'astrofisico più famoso del mondo, considerato da molti l'erede di Newton, del quale ha per così dire ereditato la prestigiosa cattedra all'università di Cambridge. In un nuovo libro che esce in questi giorni, l'autore del best-seller internazionale Dal Big Bang ai buchi neri sostiene, sulla base di nuove teorie, che "l'universo può essersi creato da sé, può essersi creato dal niente" e dunque "non è stato Dio a crearlo".

La sua affermazione occupava ieri tutta la prima pagina del Times di Londra, come una sfida, l'ennesima, del…

ELOGIO DELL'INTELLIGENZA DELL'UOMO

Elogio della scrittura

Ma sopra tutte le invenzioni stupende,
qual eminenza di mente fu quella
di colui che s’immaginò di trovar modo
di comunicare i suoi più reconditi pensieri
a qualsivoglia altra persona, benché distante
per lunghissimo intervallo di luogo e di tempo?
Parlare con quelli che sono nell'Indie,
parlare a quelli che non sono ancora nati né saranno se non di qua a mille e dieci mila anni?
E con quale facilità, con i vari accozzamenti
di venti caratteruzzi sopra una carta. Sia questo il sigillo di tutte le invenzioni umane e la chiusa de' nostri ragionamenti di questo giorno (...)


Galileo Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo Tolemaico e Copernicano
Firenze (I giornata, 130)