Passa ai contenuti principali

"OSSERVAR LE STELLE" ... LA NOTTE DELLE STELLE CADENTI


Conto alla rovescia per la notte di San Lorenzo, quest'anno arricchita da un doppio spettacolo celeste di una pioggia luminosa di meteore, preceduta al tramonto da uno spettacolo di pianeti.

La "Notte delle Stelle", oltre agli osservatori, offrira' il meglio di se' anche dalle oasi naturalistiche, aperte per l'occasione. Si ripete infatti il tradizionale appuntamento che la LIPU-BirdLife Italia organizza per ammirare le stelle cadenti.

Martedì 10 agosto sette Oasi e Riserve della LIPU organizzeranno visite guidate, anche con esperti astrofili, per vivere l'emozione della notte più spettacolare dell'anno. Nella notte di San Lorenzo la Terra attraversa l'orbita di una vecchia cometa (la Swift-Tuttle) i cui frammenti, penetrando nell'atmosfera a 40 chilometri al secondo, si incendiano dando luogo a una scia luminosa, detta appunto stella cadente. In queste sere di agosto, al tramonto, e' possibile osservare, guardando in direzione ovest, Venere, Marte e Saturno, che formano un piccolo triangolo nel cielo.
Lo sciame di meteore chiamato anche 'Lacrime di San Lorenzo' perché si infrange nell'atmosfera della Terra in concomitanza con l'anniversario della morte del santo (che cade il 10 agosto) in realtà è visibile già da questa sera e per i prossimi 6-7 giorni ma il picco di intensita' e' previsto il 13 agosto. Le Oasi aperte per l'occasione ''sono di aree ancora integre dal punto di vista naturalistico e lontane dall'inquinamento luminoso delle aree urbane - dichiara Ugo Faralli, responsabile Oasi e Riserve LIPU - Sarà un modo emozionante per passare una serata in natura, allietati dal canto degli uccelli notturni e dallo spettacolo che, nubi permettendo, il cielo stellato sapra' offrirci".
Le Oasi e Riserve LIPU aperte per la notte di San Lorenzo saranno l'Oasi LIPU Ca' Roman (Laguna di Venezia), l'Oasi LIPU Arcola (SP), l'Oasi LIPU Bianello (RE), la Riserva del Chiarone - Oasi LIPU Massaciuccoli (LU), la Riserva Naturale Oasi LIPU Lago di S.Luce (PI), l'Oasi LIPU di Casacalenda (CB), che ospita decine di specie di farfalle notturne anche rare, e l'Oasi LIPU Gravina di Laterza (TA).

Giovedì 12 agosto al programma si aggiungerà la Riserva Naturale Monte Roccandagia (Oasi LIPU Campocatino), dalle ore 21. Nelle oasi, isolate e al buio, si potranno non solo osservare le stelle senza inquinamento luminoso ma sara' anche l'occasione per scoprire rumori e suoni della notte.



Aspettando le stelle cadenti vi invito alla lettura del libro "Osservar le stelle" Editor Silvana-Collana Cataloghi di mostre.
"Osservar le stelle" ripercorre nel 2009, anno Internazionale dell'Astronomia duecentocinquanta anni di storia dell'Osservatorio Astronomico di Torino, il cui inizio si fa risalire per tradizione al 1759, mostrando al pubblico l'ampia collezione degli strumenti che hanno accompagnato la ricerca astronomica a Torino, nel suo evolversi dalla seconda metà del Settecento a oggi. Il catalogo si articola in due parti: una raccolta di saggi storici sull'Osservatorio, sul lavoro scientifico degli astronomi torinesi e sul rapporto tra l'Osservatorio e la città, scritti da docenti universitari, astronomi, studiosi ed esperti archivisti. La seconda parte è costituita dalle schede descrittive della documentazione e della strumentazione esposta, restaurata per l'occasione, corredate da puntuali notizie tecniche e storiche.

Commenti

Post popolari in questo blog

ELOGIO DELL'INTELLIGENZA DELL'UOMO

Elogio della scrittura

Ma sopra tutte le invenzioni stupende,
qual eminenza di mente fu quella
di colui che s’immaginò di trovar modo
di comunicare i suoi più reconditi pensieri
a qualsivoglia altra persona, benché distante
per lunghissimo intervallo di luogo e di tempo?
Parlare con quelli che sono nell'Indie,
parlare a quelli che non sono ancora nati né saranno se non di qua a mille e dieci mila anni?
E con quale facilità, con i vari accozzamenti
di venti caratteruzzi sopra una carta. Sia questo il sigillo di tutte le invenzioni umane e la chiusa de' nostri ragionamenti di questo giorno (...)


Galileo Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo Tolemaico e Copernicano
Firenze (I giornata, 130)

PASOLINI E IL MARE: TERRACINA, UN RACCONTO INEDITO

Pasolini e Callas in Africa


Terracina
Un racconto inedito
di Pier Paolo Pasolini Nella spiaggia c'era più movimento, ma il mare era sempre immobile, morto.
Si vedevano delle vele arancione al largo, e molti mosconi che si incrociavano vicino alla spiaggia. Lucià avrebbe avuto fantasia di prendersi un moscone, e andar al largo: però era solo, e non era buono a remare. Andò sul molo tutto smantellato e ancora pieno di squarci, nuotando nei punti dove gli squarci interrompevano, finchè giunse in pizzo, sulla piccola rotonda. Si distese sulla pietra con la testa che sporgeva dall'orlo sul mare.
Verde, trasparente e tiepida, l'acqua si gonfiava e si sgonfiava tra le colonne del molo, ora pesante come un blocco di marmo, ora lieve come l'aria. Benché fosse alta già due o tre metri non c'era granello di sabbia che non si potesse distinguere dall'alto della rotonda: ed era una sabbia morbida e pulita , un tappeto meraviglioso per chi potesse vivere sotto acqua. Ogni …

O LENTE LENTE CURRITE NOCTIS EQUI

Ultimo giorno di luglio, ultimo giorno dedicato alla lentezza. Maancora una volta lentezza e velocità sembrano fondersi in un binomio affascinante, proprio come nelle riflessioni di ieri.
Stranamente riscopro, nelle ultime disperate parole di Dr. Faust che cerca inutilmente di fermare il tempo, l'ossimoro della vita: una corsa lenta verso la notte.
Nel Doctor Faust di Christopher Marlowe (1564-1593) apprendiamo che il patto con Lucifero ha dato a Faust la conoscenza ma la sua anima dovrà cadere nelle mani del diavolo e l'ora tanto temuta sta per arrivare:

Ah Faust ,Ora non ti resta che una misera ora da vivere,
E poi dovrai essere dannato in eterno.
Fermatevi, voi sempre rotanti Sfere celesti,
Che il Tempo s'arresti, e la mezzanotte non arrivi mai.
Occhio gentile della natura, risorgi e rendi
Il giorno infinito: o fa che quest'ora sia
Un anno, un mese, una settimana, un giorno normale,
Che Faust possa pentirsi e salvare la sua anima.
O lente, lente currite noctis equi.

L&#…