LA POESIA "QUOTIDIANA"


Apro il giornale e penso: quanta ispirazione dalle pagine di un quotidiano! Le notizie grondano vita: paradossali, amare, liete, feroci, fenomenali. Quello che accade intorno a noi è semplicemente un'orda fantastica di eventi inspiegabilmente complessi e casuali che non hanno senso alcuno se analizzati singolarmente ma, nell'insieme, formano l'intricato e bellissimo mosaico della vita.
Mentre mi spazzolavo i denti dopo pranzo, ripensando a quanto letto sui quotidiani di oggi, ho capito che una poesia mi stava sulla punta della lingua e che rischiava di venir risucchiata nel vortice inesorabile e inutile del mio lavandino insieme alla schiuma di dentifricio; per tutto il pomeriggio e quasi tutta la sera sono stata occupata con la vita stessa. Solo ora, rilavando i denti, ho sentito sulla lingua una patina di vita che non voleva essere risciacquata. La poesia "quotidiana". Le parole sono ispirate alla lettura dei giornali. Ve l'affido. Buona notte!

p.s.
Abbiamo raggiunto e superato i 20.000 visitarori. Amici di Letture vi amo tutti! :)



POESIA DEL MIO QUOTIDIANO
ispirata alla lettura de La Repubblica del 20 agosto 2010


Che strano, anche sulla luna sono apparse
le prime rughe.
"Avvizzisce" suggerisce
Magrelli. La Luna
diventa una prugna

frutta secca lasciata
a raggrinzire nell'orto
del sistema solare.


Mentre il cielo profuma di autunno
è primavera alla Future Gallery a Londra:
immaginate alberi di mandarini con prati di gelatina
cieli di marmellata
e fiori
di zucchero: Lily Vanilli

è la Cake Britain, Mad artists e Tea Party

in un letto di pancarrè con scarpe di liquirizia
ripenso all'asta su e-bay che vende un WC:
è di Salinger e costa
un milione di dollari

no, non quello dell'ultima casa - garantisce un uomo
di nome Littlefield

che ha sposato una donna
di nome Joan -

ma l'autentico WC dell'autore del Giovane Holden

Abdullah, Angelica e Andrea - giovani lo sono anche loro
ma a Cagliari e nel quartiere di Sant'Elia, una teoria
di case popolari, sotto il castello di Cagliari. Il regista
Salvatore Mereu ha tenuto un corso di regia/alchimia/stregoneria

i loro diari di vita difficile mi hanno conquistato e ho deciso
di farne un lungometraggio con la mia Viacolvento. Tajabone:
sono scesi gli angeli sulla terra. Cinque sono le storie intrecciate
e tutte vere. Andiamo ragazzi, vi porto a Venezia.

Beppe Fiorello sogna
uno show con suo fratello e la vuvuzela
entra nell'ultima edizione dell'Oxford dictionary.

La trombetta africana ce la fa. A Casoria
un padre viene assassinato per un grappolo d'uva,

a Londra il papa farà un riposino pomeridiano a settembre
e Fini è in spiaggia alla "Strega sul mare"
parla a un venditore
ambulante pakistano
con un libro di poesie in mano.
Umeed pieno di
parole per testimoniare
vent'anni di vita

difficile.
Altrove intanto
il granaio d'Europa è vuoto,

cade una testa per i diamanti di Naomi
e in Belgio nasce
la festa dei non genitori. Liberateci
dall'abuso della memoria. La Repubblica
Italia 20 agosto 2010.

Commenti

  1. La vita è una poesia con i suoi lati positivi e negativi sta a noi renderla migliore. ciao a presto Graziella

    RispondiElimina
  2. Grazie Graziella! A presto,
    Giovanna

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari