UNA POESIA

Ghiannis Ritsos (Monemvasìa, Peloponneso, 1909 - Atene 1990) è una delle voci poetiche più forti della grecità contemporanea. Vi propongo una sua poesia intitolata "Segni".



Segn
In seguito le statue furono completamente
nascoste dalle erbacce. Non sapevamo
se erano rimpicciolite le statue o cresciute
le erbe. Solo
una grande mano di bronzo si distingueva
al di sopra dei lentischi
in atteggiamento di sconveniente, spaventosa
benedizione. I taglialegna
passavano nella strada in basso – non si voltavano
affatto.
Le donne non giacevano coi loro mariti. Di notte
sentivano le mele cadere a una a una nel fiume;
e poi
le stelle che segavano tranquille quella mano
di bronzo sollevata.

16 maggio 1968


Traduzione di Nicola Crocetti



Ghiannis Ritsos
Pietre Ripetizioni Sbarre

prefazione di Louis Aragon
a cura di Nicola Crocetti
Crocetti Editore 2004

Commenti

Post più popolari