Passa ai contenuti principali

PARMA POESIA FESTIVAL 2010


Si apre oggi il Parma Poesia Festival, appuntamento con la poesia italiana e internazionale nella bellissima cornice della città di Parma.
Ecco tutti gli appuntamenti di oggi:
MARTEDI' 15 GIUGNO

ore 10.00
Orto Botanico - Università di Parma
L’INFINITO SONO IO
Esito del laboratorio svolto presso la Scuola per l’Europa
Progetto di Elide La Vecchia
In collaborazione con Libreria Libri e Formiche
Con la partecipazione di Adunanze Poetiche e Associazione Le Reseau
Info: Libri e Formiche – Tel. 0521 506668 0521 506668
libreria@librieformiche.it


ore 11.30
Portici del Grano
Almanacco dei poeti
con ALBA DONATI, ELENA SALIBRA
A cura di Giuseppe Marchetti


ore 15.30
Libreria Grapefruit Artbooks
GRAPEFRUIT COLLAGE
Laboratorio grafico-poetico per bambine e bambini da 5 agli 8 anni
Condotto da Anna Bartoli ed Elisa Maestri
Costo €5,00. Prenotazioni: 0521/236938 0521/236938
info@grapefruitartbooks.com


ore 17.00
Portici del Grano
POIESIS
George Wallace – Inside The Cascade Café
Voci Silvio Mezzadri, Raffaele Rinaldi
Musiche originali Vincenzo Falvo
Selezione testi Monica Borettini
Drammaturgia Alma Saporito
A cura di Associazione Culturale Istriomania e Libreria La Feltrinelli

ore 17.30
ore 18.30 - replica
Temporary Palazzo Dalla Rosa Prati
LA LUNA DEI CANTI
Tre stanze poetiche con Alda Merini
Voci Luisa Pecchi, Giovanni Martinelli
Viola Giorgio Donelli
Video con Alda Merini di Giovanni Martinelli
A cura di Associazione Culturale La Musa

ore 18.00
Casa della Musica – Cortile d’Onore
IL DOLORE INDIVISO DELLA VITA
Conversazione con PATRIZIA VALDUGA
Conduce Giuseppe Martini

ore 18.30
Portici del Grano
COME SI CUCINANO GLI ANIMALI FANTASTICI
Presentazione del libro di Giulio Cerati, Ivanna Rossi
Illustrazioni di Corrado Costa
(Silvana Editoriale)
Con Ivanna Rossi, Luciano Mazzoni

ore 18.30
Maison Olivier
ART OF DYLAN
Parole, musica e arte per il «Menestrello Elettrico»
Opere di Amnerys Bonvicini, Rossana Cagnolati, Bernardo Lanzetti, Angelo Liberati,
Susan Dutton, Mario Pavesi, Fabio Maria Turrini, Eddie Vicentini
Ospite Max Mabassadò
Musiche dal vivo Bernardo Lanzetti
Letture Raffaele Rinaldi
La mostra prosegue fino al 26 giugno
(orari 9.30 - 13 / 16.00 - 19.30 - chiusura giovedì pomeriggio e domenica)


ore 21.00
Palazzo della Pilotta - Cortile del Guazzatoio
Reading in lingua originale
a cura dei poeti
JONATHAN GALASSI
letture in italiano di Umberto Orsini
JANICE KULYK KEEFER
letture in italiano di Manuela Mandracchia
A cura di Nicola Crocetti e Giorgio Gennari

ore 21.30
Il Castello dei Burattini - Giardino segreto
FANTASMAGORIA
PER FABRIZIO DE ANDRÉ
Burattinaio Patrizio Dall’Argine
Pianista Marco Amadei
Con la partecipazione
straordinaria di Francesco Cigna
ANTEPRIMA ASSOLUTA

ore 22.00
Lenz Teatro
Anteprima di
DIDO
da “Epistulae Heroidum” di Publio Ovidio Nasone
Creazione Maria Federica Maestri, Francesco Pititto
Traduzione, drammaturgia e imagoturgia Francesco Pititto
Installazione, regia Maria Federica Maestri
Musica Andrea Azzali
Interpreti Valentina Barbarini, Giuseppe Barigazzi
Cura Lisa Gilardino
Organizzazione Mila Rampini
Progetto in residenza al Centro Párraga di Murcia (Spagna)
Produzione LENZ RIFRAZIONI
Ingresso € 8,00


E per esserci senza esserci ecco il link con una scelta di video da non perdere:

http://temi.repubblica.it/repubblicaparma-poesia-festival-2010/?ref=HRESS-5
Ho scelto per voi alcune interviste fatte aspettando il festival. E a voi quale poesia sarebbe venuta in mente?




Commenti

Post popolari in questo blog

ELOGIO DELL'INTELLIGENZA DELL'UOMO

Elogio della scrittura

Ma sopra tutte le invenzioni stupende,
qual eminenza di mente fu quella
di colui che s’immaginò di trovar modo
di comunicare i suoi più reconditi pensieri
a qualsivoglia altra persona, benché distante
per lunghissimo intervallo di luogo e di tempo?
Parlare con quelli che sono nell'Indie,
parlare a quelli che non sono ancora nati né saranno se non di qua a mille e dieci mila anni?
E con quale facilità, con i vari accozzamenti
di venti caratteruzzi sopra una carta. Sia questo il sigillo di tutte le invenzioni umane e la chiusa de' nostri ragionamenti di questo giorno (...)


Galileo Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo Tolemaico e Copernicano
Firenze (I giornata, 130)

PASOLINI E IL MARE: TERRACINA, UN RACCONTO INEDITO

Pasolini e Callas in Africa


Terracina
Un racconto inedito
di Pier Paolo Pasolini Nella spiaggia c'era più movimento, ma il mare era sempre immobile, morto.
Si vedevano delle vele arancione al largo, e molti mosconi che si incrociavano vicino alla spiaggia. Lucià avrebbe avuto fantasia di prendersi un moscone, e andar al largo: però era solo, e non era buono a remare. Andò sul molo tutto smantellato e ancora pieno di squarci, nuotando nei punti dove gli squarci interrompevano, finchè giunse in pizzo, sulla piccola rotonda. Si distese sulla pietra con la testa che sporgeva dall'orlo sul mare.
Verde, trasparente e tiepida, l'acqua si gonfiava e si sgonfiava tra le colonne del molo, ora pesante come un blocco di marmo, ora lieve come l'aria. Benché fosse alta già due o tre metri non c'era granello di sabbia che non si potesse distinguere dall'alto della rotonda: ed era una sabbia morbida e pulita , un tappeto meraviglioso per chi potesse vivere sotto acqua. Ogni …

O LENTE LENTE CURRITE NOCTIS EQUI

Ultimo giorno di luglio, ultimo giorno dedicato alla lentezza. Maancora una volta lentezza e velocità sembrano fondersi in un binomio affascinante, proprio come nelle riflessioni di ieri.
Stranamente riscopro, nelle ultime disperate parole di Dr. Faust che cerca inutilmente di fermare il tempo, l'ossimoro della vita: una corsa lenta verso la notte.
Nel Doctor Faust di Christopher Marlowe (1564-1593) apprendiamo che il patto con Lucifero ha dato a Faust la conoscenza ma la sua anima dovrà cadere nelle mani del diavolo e l'ora tanto temuta sta per arrivare:

Ah Faust ,Ora non ti resta che una misera ora da vivere,
E poi dovrai essere dannato in eterno.
Fermatevi, voi sempre rotanti Sfere celesti,
Che il Tempo s'arresti, e la mezzanotte non arrivi mai.
Occhio gentile della natura, risorgi e rendi
Il giorno infinito: o fa che quest'ora sia
Un anno, un mese, una settimana, un giorno normale,
Che Faust possa pentirsi e salvare la sua anima.
O lente, lente currite noctis equi.

L&#…