C'ERA UN VOLT LA LUCE


Raccontare l'arrivo della luce. Questa la bella iniziativa dell'Enel che invita a ricordare i giorni illuminati dalla luce elettrica e l'improvviso bagliore che ha trasformato la nostra vita quotidiana.
C'è una storia che non ho mai scritto e che forse un giorno scriverò. L'ispirazione nasce da una parola inglese glimmer man. Chi era l'uomo del bagliore ? Era colui che andava ad accendere i lampioni al tramonto ogni sera, con la sua fiamma tremolante. Le strade si coloravano di arancio, rosa e giallo. I volti azzurrini emergevano dalle tenebre.
Poi venne la luce... e tutto cambiò.
Enel invita a ricordare i momenti magici in cui il mondo si illuminò d'immenso...
Cliccate qui per raccontare le vostre storie o quelle dei testimoni che sceglierete.


Un'altra iniziativa sul tema della luce si terrà domani a Verona e s'intitola, La poesia di luce racconta la città.

Alle 21 in piazza dei Signori, ci sarà la serata con il paesaggista Mario Nanni “La poesia di luce racconta la città”, organizzata dall’ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Verona, dall’ordine degli Ingegneri di Verona e Provincia e dall’associazione Giovani Architetti.

“L’illuminazione notturna – ha spiegato Padovani – oltre ad avere risvolti positivi sulla percezione che i cittadini hanno in tema di sicurezza, ha la capacità di esaltare la bellezza e la preziosità di monumenti e piazze”.
“Questo incontro per professionisti – ha detto Gelmetti – saprà sensibilizzare sull’importanza della luce non solo gli addetti ai lavori ma anche tutti coloro che assisteranno all’evento”. Durante la serata aperta a tutti, Mario Nanni e il Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Verona, Rovigo e Vicenza Andrea Alberti dialogheranno attorno al tema della luce come strumento di riqualificazione urbana e sociale. c.s.

Commenti

Post più popolari