DALL'IDEA ALLA PAGINA: DIETRO LE QUINTE DEL LIBRO

I libri dietro le quinte: dall´idea alla pagina, dal lavoro dell´editore alla passione di chi legge, dalla cura del traduttore a quella del libraio, attraversando pagina per pagina tutti i settori, e i diversi generi, dalle fiabe ai bestseller, dai saggi ai racconti. Tutte le persone che fanno un libro (e il suo successo) sono impegnate nella nuova, prossima iniziativa "Libri Come - Festa del Libro e della Lettura" da giovedì 25 a domenica 28 marzo all´Auditorium Parco della Musica qui a Roma. Trentacinque i protagonisti, per svelare il "come" dei libri: per primo, Jonathan Safran Foer (il 3 marzo in un´anteprima allo spazio Risonanze) in cui l´autore di Ogni cosa è illuminata parla di "Come si diventa scrittore (vegetariano)" con Irene Bignardi.

A seguire, quattro giorni di appuntamenti con protagonisti come Antonio Tabucchi (Come si scrive un racconto), Aharon Appelfeld (Come si può scrivere dopo la Shoah?), Fabio Volo (Come scrivo i miei libri), Dario Fo (Come leggo, come scrivo), Stephen Frears (La scrittura creativa del cinema) Niccolò Ammaniti (Io ho paura, le scene terrificanti dei film)... Inevitabile e per forza di cose persistente la dimensione privata del libro-oggetto e della sua creazione, nell´esperienza dei protagonisti. Più tecnico l'approccio degli addetti ai lavori che illustrano, per esempio, "come si scrive il primo libro" (da Nicola Lagioia a Mariolina Venezia) oppure gli esperti dell´associazione italiana editori che guidano a capire "come leggono i libri i ragazzi", passando per i libri di cucina, i libri di storia e i manuali di catechismo. Da segnare in agenda, l´appuntamento con i vent´anni dalla scomparsa di Alberto Moravia ricordati con René de Ceccatty, autore di una monumentale biografia dello scrittore romano.

Diversa dalle altre iniziative romane dedicate ai libri e alla lettura, come il Festival delle Letterature di Massenzio e la Fiera della Piccola e media editoria al Palazzo dei Congressi dell´Eur, entrambe con curriculum ormai quasi decennale, "Libri come" vuole soprattutto aprire ai lettori le porte di un mondo pieno di cose da scoprire. La festa è nata da un´idea di Marino Sinibaldi, direttore di RadioTreRai, insieme a Carlo Fuortes e Gianni Borgna, amministratore delegato e presidente di Musica per Roma, con 450 mila euro di fondi su un progetto di durata triennale, che ha avuto il patrocinio del Comune di Roma. «Abbiamo voluto integrare altri format di successo per noi - racconta Borgna - come il Festival della Storia, della Filosofia, della Matematica». E Fuortes: «Abbiamo ormai la prova che quando si apre il sipario sugli aspetti più tecnici di un mondo, il pubblico risponde decretandone il successo».

Affianca la manifestazione, il Garage: cinque officine in 2200 metri quadri dove si svolgeranno oltre cento incontri promossi da una sessantina di editori con circa 250 tra narratori, poeti, illustratori e critici tutti a ingresso libero.

Commenti

Post più popolari