POESIA DEL GIORNO


Villa Borghese, Roma

Alcuni di voi sanno che ieri ho passato il pomeriggio a Villa Borghese con la mia famiglia. Mentro ero seduta nell'erba odorosa di funghi, muschi e licheni a guardare i miei bambini che giocavano, ho immaginato di avere una casa nei boschi, non più grande di una capanna in verità, tutta di legno con grandi finestre e comodi letti. Ecco una poesia (la poesia del giorno della rivista POESIA di Crocetti) pubblicata sul numero di Ottobre che sembra raccontare a tutto il mondo quello che mi è passato per la testa ieri alle ore 17:56 di un assolato e sereno pomeriggio autunnale (prima della discesa della Valchiria...ovvero la bicicletta killer di cui qualcuno conosce i dettagli! ;)
Buona notte!


Marcos Ana


La mia casa e il mio cuore (sogno di libertà)

Se un giorno tornerò alla vita
la mia casa non avrà chiavi:
sempre aperta, come il mare,
il sole e l’aria.

Che entrino la notte e il giorno,
la pioggia azzurra, la sera,
il pane rosso dell’aurora;
la luna, mia dolce amante.

Che l’amicizia non trattenga
il passo sulla soglia,
né la rondine il volo,
né l’amore le labbra. Nessuno.

La mia casa e il mio cuore
mai chiusi: che passino
gli uccelli, gli amici,
e il sole e l’aria.



Traduzione di Chiara De Luca


Marcos Ana
Ditemi com’è un albero Memorie della prigione e della vita..

Prologo di José Saramago
tr. it. di Chiara De Luca
Crocetti Editore 2009

Commenti

Post più popolari